Condividi
Preferiti
Stampa/PDF
GPX
KML
Crea itinerario fino qui
Plugin
Fitness
Bici da corsa

Lavarone - Serrada - Passo Borcola - Arsiero - Pedescala - Rotzo - Luserna - Gionghi

Bici da corsa · Alpe Cimbra - Folgaria, Lavarone, Luserna
Responsabile del contenuto
Azienda per il Turismo Alpe Cimbra Partner verificato 
  • L'altopiano di Lavarone
    / L'altopiano di Lavarone
    Foto: Apt Alpe Cimbra
  • Folgaria dal Belvedere di Serrada
    / Folgaria dal Belvedere di Serrada
    Foto: Apt Alpe Cimbra
  • Val di Terragnòlo e Passo della Borcola
    / Val di Terragnòlo e Passo della Borcola
    Foto: Apt Alpe Cimbra
  • Mezzaselva - Altopiano di Asiago
    / Mezzaselva - Altopiano di Asiago
    Foto: asiago.it
  • Camporovere - Altopiano di Asiago
    / Camporovere - Altopiano di Asiago
    Foto: asiago.it
Cartina / Lavarone - Serrada - Passo Borcola - Arsiero - Pedescala - Rotzo - Luserna - Gionghi
600 900 1200 1500 1800 m km 20 40 60 80 100

Un passaggio per Serrada, il paese che con i suoi pannelli murali rende omaggio a Fortunato Depero, pittore futurista. Poi una bella discesa per la Val di Terragnolo e il superamento del valico della Borcola per scendere sempre più giù, nella profonda vallata dell'Astico. E poi la risalita, sull'Altopiano di Asiago, per rientrare infine sull'Alpe percorrendo la bella e selvaggia Val d'Assa.

media
117,4 km
6:00 h.
2925 m
2936 m

Percorso vario, con dislivelli importanti, che richiede dunque un discreto impegno. E' un itinerario posto a cavallo tra il confine trentino e quello veneto, che ci porta a conoscere ambienti molto diversi tra di loro, tra ampi panorami e siuggestivi scorci sulle vallate veneto-vicentine.

outdooractive.com User
Autore
Fernando Larcher
Ultimo aggiornamento: 29.01.2018

Difficoltà
media
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
1551 m
Punto più basso
301 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Consigli per la sicurezza

Come immaginerai, la percorribilità degli itinerari in un ambiente montano è strettamente legata alle condizioni contingenti e dipende quindi da fenomeni naturali, cambiamenti ambientali e condizioni meteo. Per questo motivo, le informazioni contenute in questa scheda potrebbero aver subito variazioni. Prima di partire, informati sullo stato del percorso contattando il gestore dei rifugi sul tuo percorso, le guide alpine, i centri visitatori dei parchi naturali e gli uffici turistici.

Start

Gionghi (1170 m)
Coordinate:
Geografico
45.941029, 11.271033
UTM
32T 676036 5090003

Arrivo

Gionghi

Percorso

Da Gionghi ci immettiamo sulla SS350 viaggiando in direzione di Folgaria. Raggiunto l'abitato di Carbonare lo attravrsiamo e in buona salita raggiungiamo il passo del Sommo. Scendiamo dunque a Costa e, giunti alla grande rotatoria di Folgaria est, seguiamo le indicaziooni per Serrada. Superato il minuscolo abitato di Mezzaselva, usciti dal manto forestale, si apre sulla destra il punto panoramico del Belvedere: da qui si ha un vasto e bel panorama su Folgaria, sulla sottostante valle del Rio Cavallo, sul colle di Castel Beseno e, oltre l'orizzonte, sul Gruppo dolomitico del Brenta. Proseguiamo e in breve giungiamo a Serrada (una sosta ristoro e una visita ai pannelli futuristi?). Attraversato il paedse scendiamo nella Val di Terragnòlo e giunti a Piazza, capoluogo della valle, giriamo decisamente a sinistra e seguiamo la strada che conduce al Passo della Borcola. Superiamo il passo e scendiamo, ormai in provincia di Vicenza, a Posina e ad Arsiero. Siamo in Val d'Astico. Giriamo a sinistra, risaliamo per un tratto la valle, quindi in prossimità del ponte sul torrente Astico svoltiamo a destra seguendo le indicazioni per Pedescala.  A questo punto ci immettiamo e ci inerpichiamo per la lunga strada a tornanti che conduce sull'altopiano di Asiago. Raggiungiamo Rotzo, quindi Roana fino ad immetterci sulla SS349 della Val d'Assa, che percorriamo in direzione del passo Vézzena. Raggiunto il passo, all'incrocio svoltiamo a sinistra e seguiamo la bella strada asfaltata che sale verso il boscoso rilievo di Costalta. Oltrepassiamo il cimitero militare austro-ungarico (che ci appare a destra) e scendiamo rapidamente a Luserna/Lusérn, la patria dei cimbri Trentini. Val la pena fare una sosta per visitare il luogo e il locale Centro di documentazione (mostra estemporanee e permanenti) o l'Haus von Prukk, la 'casa cimbra'. Ripresa la bici ci dirigiamo in direzione del crocevia di Monterovere. Ripresa la SS349 svoltiamo a destra in direzione di Lavarone. Tagliando un fitto bosco di abeti raggiungiamo il passo del Cost, dal quale scendiamo velocemente a Gionghi, il nostro punto di partenza.

Mezzi pubblici

Gionghi è servito dal servizio di trasporto pubblico di Trentino Trasporti. Info uffici APT Tel. 0464 724144

Come arrivare

Gionghi si trova a 12 km da Folgaria e a 28 km da Trento.

Dove parcheggiare

In prossimità del municipio e della scuola

Calcola il viaggio per arrivare in treno, in macchina, a piedi o in bicicletta.


Domanda e risposta

Fai la prima domanda

Hai dei dubbi? Scrivi la tua domanda e fatti aiutare dalla community!


Recensioni

Sei il primo

Condividi la tua esperienza!


Foto aggiuntive


Difficoltà
media
Lunghezza
117,4 km
Durata
6:00 h.
Salita
2925 m
Discesa
2936 m
Itinerario circolare Panoramico Rilevanza culturale / storico

Statistica

: ore
 km
 m
 m
Punto più alto
 m
Punto più basso
 m
Mostra il profilo altimetrico Nascondi il profilo altimetrico
Sposta le frecce a sinistra e a destra per cambiare il ritaglio visualizzato.