Condividi
Preferiti
Stampa/PDF
GPX
KML
Crea itinerario fino qui Copia il percorso
Embedding
Fitness
Nordic Walking

8 - Giro dei Forti

Nordic Walking · Alpe Cimbra - Folgaria, Lavarone, Luserna
Responsabile del contenuto
Azienda per il Turismo Alpe Cimbra Partner verificato 
  • Forte Sommo alto visto dal Forte Dosso delle Somme
    / Forte Sommo alto visto dal Forte Dosso delle Somme
    Foto: Apt Alpe Cimbra
  • Forte Sommo alto
    / Forte Sommo alto
    Foto: Apt Alpe Cimbra 
  • / Il massiccio del Pasubio visto dalla Martinella
    Foto: Apt Alpe Cimbra
  • / Trinceramenti della Grande Guerra nei pressi del Forte Dosso delle Somme
    Foto: Apt Alpe Cimbra
  • / Forte Dosso delle Somme
    Foto: Alpe Cimbra
  • / Forte Dosso delle Somme
    Foto: Apt Alpe Cimbra
  • / Escursionisti al Forte Dosso delle Somme
    Foto: Apt Alpe Cimbra
  • / Panorama sul massiccio montuoso del Pasubio
    Foto: Apt Alpe Cimbra
  • / Veduta panoramica sulla Val di Terragnolo
    Foto: Apt Alpe Cimbra
  • / Veduta panoramica sul Passo della Borcola
    Foto: Apt Alpe Cimbra
m 1800 1700 1600 1500 1400 1300 1200 16 14 12 10 8 6 4 2 km

Bella escursione, benché alquanto impegnativa, che permette la visita a due dei tre forti austro-ungarici folgaretani (guerra 1914-1918), cioè Forte Dosso delle Somme e Forte Sommo alto. Si cammina dunque tra storia e natura, tra ampi ed emozionanti panorami. Adatta a buoni camminatori.
difficile
17,8 km
4:43 h.
738 m
738 m
E' uno dei casi, affatto insoliti sull'Alpe Cimbra, in cui l'aspetto tecnico dell'itinerario si sposa con la bellezza dell'ambiente, con l'ampiezza delle vedute panoramiche e con le testimonianze della storia, da quella più antica a quella più recente. Il percorso ha una variabilità tecnica tale che è proponibile a chi sa coprire buone distanze e dislivelli significativi.
outdooractive.com User
Autore
Fernando Larcher
Ultimo aggiornamento: 25.06.2020

Difficoltà
difficile
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
1662 m
Punto più basso
1257 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Indicazioni sulla sicurezza

Come immaginerai, la percorribilità degli itinerari in un ambiente montano è strettamente legata alle condizioni contingenti e dipende quindi da fenomeni naturali, cambiamenti ambientali e condizioni meteo. Per questo motivo, le informazioni contenute in questa scheda potrebbero aver subito variazioni. Prima di partire, informati sullo stato del percorso contattando il gestore dei rifugi sul tuo percorso, le guide alpine, i centri visitatori dei parchi naturali e gli uffici turistici.

Partenza

Piazza di Serrada (1256 m)
Coordinate:
Geografico
45.890478, 11.154201
UTM
32T 667132 5084135

Arrivo

Piazza di Serrada

Direzioni da seguire

Dalla piazza di Serrada seguiamo le indicazioni e saliamo il sentiero che ci porta subito a monte del paese e che poi sale di fianco alla pista della Martinella per inoltrarsi presto in un bel bosco di latifoglie (faggio, carpine). Il fondo, in questo tratto di percorso, è di acciotolato e sassi: attenzione! può essere molto scivoloso in caso di pioggia o umidità. Lo stesso ci porta ad incrociare l'ex strada militare che porta al Forte Dosso delle Somme. Ci immettiamo svoltando a destra e proseguiamo su fondo compatto infilandoci nella Platastal: alla nostra destra bei panorami sulla media valle di Terragnolo e sul massiccio montuoso del Pasubio, teatro di furiosi combattimenti (guerra 1914-1918). Oltrepassata località Caserme (resti murari) proseguiamo guadagnando progressivamente quota; dopo tre stretti tornanti il panorama diventa sempre più ampio e raggiungiamo infine i ruderi del forte più grande del fronte degli Altipiani, il Forte Dosso delle Somme. Vale la pena soffermarsi un attimo per considerare l'imponenza di questa fortezza, purtroppo ridotta a un rudere dall'azione demolitiva dei recuperanti di metallo (1936). Fatto il giro del Forte, proseguiamo il nostro cammino verso est, lasciandoci lo stesso alle spalle. Camminiamo su stretto sentiero di terra battuta, sulla sommità dei crinali: alla nostra destra il ripido versante (attenzione!) che precipita nella sottostante Val di Terragnolo; sullo sfondo notiamo la sella del Passo della Borcola, dove un tempo passava il confine austro-italiano. Superati i due dossi e ammirati i panorami, scendiamo ad incrociare la sterrata che porta in val di Terragnolo: ci immettiamo svoltando a sinistra, in direzione di passo Coe. Dopo averla percorsa per circa 300 m incrociamo un'altra sterrata che porta a dosso Cargaore e al monte Maggio: ci immettiamo svoltando a sinistra, raggiungendo in breve il crocicchio dei Camini, cioè la SP142 dei Francolini. Oltrepassiamo la stada asfaltata e saliamo per ampia strada sterrata al ristorante di montagna Camini (ampi panorami sul Pasubio, sull'Adamello, la Presanella e il Gruppo del Brena). Dal ristorante proseguiamo oltre su comoda sterrata fino a raggiungere (indicazioni segnaletiche) il Forte Dosso del Sommo. Visitato il forte, ammirato il panorama che ci permette di lanciare lo sguardo su Folgaria, su Val Orsara e sul settore orientale dell'Alpe Cimbra, torniamo indietro percorrendo a ritroso l'ex strada militare e imbocchiamo sulla destra la pista di collegamento, dal fondo erboso, che in breve ci porta a Fondo Piccolo (una delle principali aree del carosello sciistico). Oltrepassiamo il grande piazzale e sul limitare ovest, seguendo la segnaletica, seguiamo la pista (sterrata) che taglia in diagonale il versante della Martinella nord e che in media salita ci porta fin sulla sommità dell'altura. Arrivati in cima alla salita possiamo approfittarne per una breve deviazione (circa 400 m) per arrivare al rifugio Baita Tonda (aperto da giugno a ottobre) dopo di che torniamo sui nostri passi e, giunti al punto della deviazione (segnaletica) proseguiamo su fondo erboso in direzione del Forte Dosso delle Somme. Giungiamo così a incrociare nuovamente la strada sterrata, ex militare, fatta all'andata. Il forte è poco sopra di noi. Ci immettiamo svoltando a destra e camminando in discesa. Siamo sulla via del ritorno.

Nota


Vedi tutte le segnalazioni sulle aree protette

Mezzi pubblici

Raggiungibile con mezzi pubblici

Serrada è servita dal servizio di trasporto pubblico di Trentino Trasporti. D'estate il servizio è ampliato grazie alla mobilità turistica. Info APT, Tel 0464 724100

Come arrivare

Alla grande rotatoria di Folgaria est immettersi sulla SP2 seguendo le indicazioni per Serrada (5 km)

Dove parcheggiare

In prossimità del punto di partenza, cioè della piazza e della chiesa di S. Cristina, ampi parcheggi liberi.
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.


Domande e risposte

Fai la prima domanda

Vuoi chiedere qualcosa?


Recensioni

Condividi la tua esperienza

Aggiungi il primo contributo della Community


Foto di altri utenti


Difficoltà
difficile
Lunghezza
17,8 km
Durata
4:43h.
Dislivello
738 m
Discesa
738 m
Raggiungibile con mezzi pubblici Percorso ad anello Panoramico Rilevanza culturale/storica

Statistiche

  • Contenuti
  • Crea nuovo punto
  • Show images Nascondi foto
: ore
 km
 mt
 mt
 mt
 mt
Muovi le frecce per aumentare il dettaglio