Community
Seleziona una lingua
Crea percorso fino qui Copia il percorso
Passeggiata Percorso consigliato

Il biotopo del Monte Barco

Passeggiata · Altopiano di Pinè, Valle di Cembra
Responsabile del contenuto
Rete di Riserve Val di Cembra Avisio Partner verificato 
  • Le aree umide del Monte Barco
    Le aree umide del Monte Barco
    Foto: Elisa Travaglia, Rete di Riserve Val di Cembra Avisio
m 880 860 840 820 800 780 760 4 3 2 1 km
Un itinerario ad anello che ci porta a conoscere l'importante area naturalistica protetta del Monte Barco
facile
Lunghezza 4,7 km
2:00 h.
150 m
150 m
877 m
788 m
Il Monte Barco custodisce una preziosa area umida fatta di piccole e grandi paludi che sono luogo di vita per numerose specie vegetali e animali.Il biotopo del Monte Barco ci mostra un aspetto paesaggistico originalissimo, molto raro in Trentino, e una morfologia molto particolare: piccoli rilievi si alternano ad ampie conche creando una superficie ondulata che deve la sua origine all'azione erosiva dei ghiacciai. All'interno di queste conche si trovano ben 21 zone umide, paludi o torbiere di dimensioni diverse. Alcune di esse in passato avevano un certo interesse per l'estrazione della torba, che qui può arrivare allo spessore di 2 o 3 metri. Ciascuna conca umida, in base alle proprie peculiarità, ospita una flora ed una vegetazione diverse, spesso comprendenti specie rare o rarissime. Ciò conferisce al biotopo una straordinaria variabilità ambientale, una notevole ricchezza di specie animali, in particolare anfibi, tra cui il raro ululone dal ventre giallo, rettili e uccelli.Lungo il cammino saremo accompagnati da una fitta pineta di pino silvestre ed erica che ospita anche qualche latifoglia e, nella porzione sud-orientale del biotopo, boschi di abete rosso.Il punto di partenza del percorso si trova presso la zona industriale per la lavorazione del porfido, nella periferia di Albiano, e si raggiunge seguendo le indicazioni per "Porfidi Montebarco". L'itinerario ad anello è agevole e ben segnalato e si svolge per lo più su strada forestale o in alcuni tratti su sentiero nel bosco.

Consiglio dell'autore

Il percorso è bello e suggestivo soprattutto in primavera e in autunno dove, oltre al paesaggio visivo, si può apprezzare il paesaggio sonoro del gracidare delle rane che vivono all’interno di alcuni specchi d’acqua e in particolare in quello di Palù Gross. Vi consigliamo di evitare le giornate di piena estate per la presenza di numerose zanzare che possono diventare in alcuni casi anche molto fastidiose.
Immagine del profilo di Paolo Piffer
Autore
Paolo Piffer
Ultimo aggiornamento: 30.06.2021
Difficoltà
facile
Tecnica
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
877 m
Punto più basso
788 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Indicazioni sulla sicurezza

Sebbene il percorso non presenti particolari difficoltà di tipo tecnico né tratti pericolosi, consigliamo sempre e in ogni caso di rispettare le generali norme di sicurezza per le escursioni in montagna.

Le informazioni contenute in questa scheda sono soggette ad immancabili variazioni, nessuna indicazione ha quindi valore assoluto. Non è possibile evitare del tutto inesattezze o imprecisioni, in considerazione della rapidità dei cambiamenti ambientali o meteorologici che possono verificarsi. In questo senso decliniamo ogni responsabilità per eventuali cambiamenti subiti dall’utente. Si consiglia, comunque, di accertarsi, prima di effettuare un’escursione, sullo stato dei luoghi e sulle condizioni ambientali o meteorologiche.

Preparate il vostro itinerario

Scegliete un percorso adatto alla vostra preparazione

Scegliete equipaggiamento e attrezzatura idonei

Consultate i bollettini meteorologici

Partire da soli è più rischioso

Lasciate informazioni sul vostro itinerario e sull’orario approssimativo di rientro

Non esitate ad affidarvi ad un professionista

Fate attenzione alle indicazioni e alla segnaletica che trovate sul percorso

Non esitate a tornare sui vostri passi

In caso di incidente date l’allarme chiamando il numero 112

Partenza

Parcheggio comunale presso la zona artigianale Montebarco - Possender (799 m)
Coordinate:
DD
46.135496, 11.178213
DMS
46°08'07.8"N 11°10'41.6"E
UTM
32T 668250 5111408
w3w 
///strato.esordio.ceduta

Arrivo

Parcheggio comunale presso la zona artigianale Montebarco - Possender

Direzioni da seguire

Il punto di partenza di questo itinerario è il parcheggio pubblico che si trova nei presi della zona artigianale Montebarco - Possender. Da qui si prende il sentiero di visita che parte poco più a valle. Seguendo le indicazioni si percorre un itinerario ad anello che entra nel biotopo del Monte Barco e che ci riporta alla fine al punto di partenza.

Nota


Vedi tutte le segnalazioni sulle aree protette

Coordinate

DD
46.135496, 11.178213
DMS
46°08'07.8"N 11°10'41.6"E
UTM
32T 668250 5111408
w3w 
///strato.esordio.ceduta
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.

Attrezzatura

Scarpe da trekking o scarponcini da montagna

Bastoncini da trekking


Domande e risposte

Fai la prima domanda

Vuoi chiedere una domanda all'autore?


Recensioni

Condividi la tua esperienza

Aggiungi il primo contributo della Community


Foto di altri utenti


Difficoltà
facile
Lunghezza
4,7 km
Durata
2:00 h.
Salita
150 m
Discesa
150 m
Punto più alto
877 m
Punto più basso
788 m
Percorso ad anello Interesse botanico Interesse faunistico

Statistiche

  • Contenuti
  • Mostra immagini Nascondi foto
Funzioni
Mappe e sentieri
Lunghezza  km
Durata : ore
Salita  mt
Discesa  mt
Punto più alto  mt
Punto più basso  mt
Muovi le frecce per aumentare il dettaglio