Crea itinerario fino qui Copia il percorso
Via ferrata Top

Ferrata Osvaldo Orsi - Pradél

Via ferrata · Altopiano della Paganella
Responsabile del contenuto
APT Dolomiti Paganella Partner verificato  Explorers Choice 
  • Il rifugio Pedrotti
    / Il rifugio Pedrotti
    Foto: Lorenzo Ventura, ph. Frizzera
  • / Segnaletica nei pressi del rifugio Pedrotti
    Foto: Lorenzo Ventura, ph. Ventura
  • / Il Monte Bondone dal rifugio Pedrotti
    Foto: Lorenzo Ventura, ph. Ventura
  • / Il Campanil Bas
    Foto: Lorenzo Ventura, ph. Ventura
  • / Alba al rifugio Pedrotti
    Foto: ph. Veronica, APT Dolomiti Paganella
m 2500 2000 1500 1000 10 8 6 4 2 km
Traversata top dell'intero gruppo delle Dolomiti di Brenta.
media
11,8 km
7:16 h.
998m
2.083m
Dal Rifugio Pedrotti al Rifugio Croz dell'Altissimo e poi verso l'Altopiano del Pradél e Molveno; oppure dal Rifugio Pedrotti al Rifugio Tuckett, passando per la Bocca di Tuckett, e poi verso Madonna di Campiglio.

Consiglio dell'autore

Il meraviglioso scenario delle Dolomiti di Brenta, patrimonio UNESCO.
Immagine del profilo di Lorenzo Ventura
Autore
Lorenzo Ventura
Ultimo aggiornamento: 02.09.2020
Difficoltà
C media
Tecnica
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Livello di rischio
Punto più alto
2.517 m
Punto più basso
1.265 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Indicazioni sulla sicurezza

1) Preparate il vostro itinerario 

2) Scegliete un percorso adatto alla vostra preparazione 

3) Scegliete equipaggiamento e attrezzatura idonei  

4) Consultate I bollettini nivometereologici 

5) Partire da soli è più rischioso  

6) Lasciate informazioni sul vostro itinerario e sull’orario approssimativo di rientro

7) Non esitate ad affidarvi ad un professionista

8) Fate attenzione alle indicazioni e alla segnaletica che trovate sul percorso

9) Non esitate a tornare sui vostri passi

10) In caso di incidente date l’allarme chiamando il numero breve 112

Come immaginerai, la percorribilità degli itinerari in un ambiente montano è strettamente legata alle condizioni contingenti e dipende quindi da fenomeni naturali, cambiamenti ambientali e condizioni meteo. Per questo motivo, le informazioni contenute in questa scheda potrebbero aver subito variazioni. Prima di partire, informati sullo stato del percorso contattando il gestore dei rifugi sul tuo percorso, le guide alpine, i centri visitatori dei parchi naturali e gli uffici turistici.

Ulteriori informazioni e link

Azienda Turismo Dolomiti Paganella

Partenza

Rifugio Pedrotti (2.451 m)
Coordinate:
DD
46.154222, 10.898677
DMS
46°09'15.2"N 10°53'55.2"E
UTM
32T 646609 5112935
w3w 
///impiega.sparsa.fasi

Arrivo

Altopiano del Pradél

Direzioni da seguire

Il sentiero Orsi è certamente una delle più grandiose e remunerative traversate delle Dolomiti di Brenta. Dal rifugio Pedrotti si scende al vicino rifugio Tosa; poco più in basso, si lascia il segnavia 319 per imboccare il 303. Si costeggia la base della Brenta Alta per poi salire fino alla Busa degli Sfulmini. Il paesaggio è davvero mozzafiato: la splendida conca, disseminata di massi e detriti, è delimitata dalle più belle e celebri cime del gruppo (Brenta Alta, Campanil Bas, Sfulmini, Torre di Brenta, Cima degli Armi). Si prosegue e, superando un ampio terrazzo di zolle e massi, ci si porta prima alla Busa degli Armi e successivamente, in costante ascesa, alla spalla dei Massodi, con il caratteristico "naso" da dove ci si affaccia sulla Val Perse e sulla Cima Roma. Un'ampia cengia, la "Sega grande", esposta ma sicura e munita di passamano, aggira la parete est di Cima Brenta fino ad un promontorio da dove si prosegue su terreno più friabile con ampie svolte. Attraversato l'ampio ghiaione, si raggiunge un bivio: a sinistra si risale, su ghiaie scomode e instabili, il ripido canalone che porta alla Bocca di Tuckett (2648 m.) e, quindi, lungo la vedretta, al rifugio omonimo; a destra si scende invece, dapprima piuttosto in piano, poi con ripidi zig zag, per la Val Perse fino a raggiungere il rifugio Croz dell'Altissimo e, successivamente, l'Altopiano del Pradél.

Nota


Vedi tutte le segnalazioni sulle aree protette

Mezzi pubblici

Trentino Trasporti - linea 611: da Trento a Mezzolombardo con treno locale (Ferrovia Trento - Malé), da Mezzolombardo a Molveno con autobus.

Come arrivare

Provenendo da NORD: alla rotatoria nei pressi dell'uscita autostradale di San Michele all'Adige, giriamo a destra verso Mezzolombardo; dopo aver attraversato il paese, giriamo a sinistra seguendo le indicazioni per Fai della Paganella - Andalo - Molveno.

Provenendo da SUD: dall'uscita autostradale di Trento nord, ci dirigiamo verso la val di Non e l'altopiano della Paganella; all'uscita del lungo tunnel nei pressi di Mezzolombardo, giriamo a destra sulla SP 64, verso Fai della Paganella - Andalo - Molveno.

Dove parcheggiare

In centro a Molveno, alla partenza degli impianti di risalita Molveno - Pradel e in zona lido.

Coordinate

DD
46.154222, 10.898677
DMS
46°09'15.2"N 10°53'55.2"E
UTM
32T 646609 5112935
w3w 
///impiega.sparsa.fasi
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.

Guide consigliate in questa regione:

Mostra tutto

Cartine consigliate

Mostra tutto

Attrezzatura

Scarpe da trekking o scarponi da montagna; kit da ferrata.

Zaino con acqua, maglia pesante e giacca antipioggia.

Percorsi consigliati nei dintorni

 Questi consigli sono stati generati automaticamente dal sistema.

Domande e risposte

Fai la prima domanda

Vuoi chiedere qualcosa?


Recensioni

Condividi la tua esperienza

Aggiungi il primo contributo della Community


Foto di altri utenti


Difficoltà
C media
Lunghezza
11,8 km
Durata
7:16h.
Dislivello
998m
Discesa
2.083m
Panoramico Ristori lungo il percorso Impianti di risalita/discesa

Statistiche

  • Contenuti
  • Mostra immagini Nascondi foto
: ore
 km
 mt
 mt
 mt
 mt
Muovi le frecce per aumentare il dettaglio