Condividi
Preferiti
Stampa/PDF
GPX
KML
Crea itinerario fino qui
Fitness
Passeggiata

Seven Summits - Serles

Passeggiata · Stubaital
Responsabile del contenuto
Tourismusverband Stubai Tirol Partner verificato  Explorers Choice 
  • Serles
    / Serles
    Foto: Stubai Tirol, Tourismusverband Stubai Tirol
  • Serles
    / Serles
    Foto: Stubai Tirol, Tourismusverband Stubai Tirol
  • Wildeben
    / Wildeben
    Foto: Tourismusverband Stubai Tirol
  • Maria Waldrast
    / Maria Waldrast
    Foto: TVB Stubai Tirol
  • /
    Foto: Stubai Tirol, Tourismusverband Stubai Tirol
  • /
    Foto: Stubai Tirol, Tourismusverband Stubai Tirol
  • / Piktogramm_Serles
    Foto: Stubai Tirol, Tourismusverband Stubai Tirol
  • /
    Foto: Stubai Tirol, Tourismusverband Stubai Tirol
1500 2000 2500 3000 3500 m km 2 4 6 8 10 Neustift, Kampl, Taleinwärts Parkplatz Kampl Staumauer Alpengasthof Wildeben Kloster Maria Waldrast

difficile
10,9 km
4:30 h.
1700 m
1218 m
Su tutte le montagne, con la sua presenza dominante, troneggia un re, colui che regna sulle montagne del Tirolo, comandando l’universo montano dalle Alpi di Stubai sino a Innsbruck. Il Serles si presenta come una piramide di roccia apparentemente isolata: secondo una leggenda popolare, un cavaliere, insieme ai suoi due figli, venne maledetto da un contadino per la sua collera, durezza e crudeltà. Da allora, il re Serles, pietrificato, deve restare lì, dove un tempo sorgeva il suo castello, accanto ai rampolli trasformatisi in vette minori. Il vistoso profilo montuoso articolato in tre elementi, che ha ispirato la leggenda, ha affascinato lo stesso Goethe durante il suo viaggio in Italia, tanto da soprannominarlo l’“Altare maggiore del Tirolo”.

Vista senza confini
Se il Serles è visibile già da Innsbruck, anche dalla sua cima la vista non è da meno. La posizione esposta apre uno scorcio mozzafiato su un panorama incomparabile, dal Zuckerhütl sino alle Prealpi del Tux e dalle Dolomiti ai monti del Karwendel. Anche la Valle dell’Inn, le Alpi di Stubai e della Zillertal fanno parte del panorama.

Origine chiara
Nel 1579, l’alpinista di Innsbruck Georg Ernstinger scalò per la prima volta il Serles, partendo da Schönberg attraverso il Gleinserberg e il Maria Waldrast, le cui particolari acque attirarono la sua attenzione. Ernstinger non è stato il primo ad apprezzarne le proprietà: il luogo era considerato sacro già dai Celti e anche i Romei utilizzarono la via attraverso Maria Waldrast per berne le acque, le più pregevoli del Tirolo. Un viaggio quasi centenario attraverso le rocce calcaree e primitive arricchite di minerali. Il trasognato luogo ai piedi del Serles accoglie un convento con una chiesa, un pozzo miracoloso e una cappella al margine del bosco, dando vita alla meta di pellegrinaggio più in quota dell’Austria.
outdooractive.com User
Autore
Stubai Tirol
Ultimo aggiornamento: 23.05.2019

Difficoltà
difficile
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
2711 m
Punto più basso
1056 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Consigli per la sicurezza

Escursione montana (via nera), breve passaggio simile a una via ferrata dopo il Serlesjöchl.

Ulteriori informazioni e link

http://www.stubai.at/it/sommer/wandern/seven-summits

Start

Kampl Staumauer (diga) (1056 m)
Coordinate:
Geografico
47.125143, 11.341177
UTM
32T 677569 5221730

Arrivo

Serles

Percorso

ASCESA
Dal Kampler Staumauer, ai margini del bosco di Kampl, prende avvio il ripido sentiero boschivo, che in ca. 2 ore conduce al punto di ristoro Wildeben, alle spalle del quale si dipana l’erta via che, in altre due ore, approda al Serlesjöchl (2.384 m). Qui, una breve scala consente di superare una piccola parete rocciosa. Segue un passaggio assicurato con funi di acciaio, dopo il quale la via serpeggia sul sempre più ampio crinale sud-ovest ricoperto di detriti. Infine, oltrepassando un gradino roccioso in parte esposto, si giunge alla croce di vetta.
In alternativa, il Serles può essere scalato anche passando per il convento di Maria Waldrast. Per l’ascesa sono necessarie 3 ore. Il monastero è raggiungibile in auto transitando per Matrei am Brenner.
DISCESA

Come l’ascesa. In alternativa, si può scegliere l’escursione che transita per il convento di Maria Waldrast sino alla stazione a monte della funivia Serlesbahn. Svoltando a sinistra sul Serlesjöchl, in direzione sud-est, si segue il sentiero dapprima sui detriti, poi tra i mughi e attraverso il bosco sino al convento Maria Waldrast (ca. 3 ore). Da qui, una via relativamente pianeggiante conduce in 45 minuti alla stazione a monte della funivia Serlesbahn: scendendo a piedi è necessaria 1 ora e ½ sino a Mieders.

Mezzi pubblici

Dalla stazione ferroviaria principale di Innsbruck direttamente al centro di Neustift .

Come arrivare

Dalla città olimpica di Innsbruck tramite l'autostrada del Brennero - uscita Schönberg continuare fino Neustift/Kampl.
Dall Brennero tramite l'autostrada del Brennero - uscita Schönberg continuare fino Neustift/Kampl .
Il tour prende avvio al termine della via Höhlebachstraße presso la palestra di roccia Kampler Staumauer, che sorge nel rione Kampl di Neustift. Salendo a monte, alla fine di Kampl, prima del distributore di benzina, svoltare e a destra.

Dove parcheggiare

Nel punto di partenza è disponibile un numero limitato di parcheggi.
Calcola il viaggio per arrivare in treno, in macchina, a piedi o in bicicletta.


Domanda e risposta

Fai la prima domanda

Hai dei dubbi? Scrivi la tua domanda e fatti aiutare dalla community!


Recensioni

Sei il primo

Condividi la tua esperienza!


Foto aggiuntive


Difficoltà
difficile
Lunghezza
10,9 km
Durata
4:30 h.
Salita
1700 m
Discesa
1218 m
Itinerario plurigiornaliero Panoramico Ristori lungo il percorso Interesse geologico Impianti di risalita/discesa

Statistica

: ore
 km
 m
 m
Punto più alto
 m
Punto più basso
 m
Mostra il profilo altimetrico Nascondi il profilo altimetrico
Sposta le frecce a sinistra e a destra per cambiare il ritaglio visualizzato.