LogoAlto Adige... da vivere!
Crea percorso fino qui Copia il percorso
Sentiero turistico

Da Fiè al laghetto di Fiè fino a Siusi

Sentiero turistico · Dolomiti Alpe di Siusi
Responsabile del contenuto
Regione dolomitica Alpe di Siusi Partner verificato  Explorers Choice 
  • Lago di Fiè
    Lago di Fiè
    Foto: Annemarie Obexer, Regione dolomitica Alpe di Siusi
m 1050 1000 950 900 850 800 6 5 4 3 2 1 km
facile
Lunghezza 6,3 km
1:56 h.
299 m
154 m
1.054 m
859 m
La piacevole escursione conduce per prima volta attraverso un terreno aperto, e da Fiè di Sopra si sale attraverso prati in splendida posizione, orientati a sud-ovest.
Poco dopo la tenuta Zimmerlehn, si arriva al laghetto di Fiè , situato in posizione idilliaca, che invita a fare un tuffo nell'acqua fresca in estate. Il sentiero dal laghetto di Fiè a Siusi conduce attraverso boschi e prati.
Difficoltà
facile
Tecnica
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
1.054 m
Punto più basso
859 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Tipo di strada

Mostra il profilo altimetrico

Partenza

Coordinate:
DD
46.518715, 11.504442
DMS
46°31'07.4"N 11°30'16.0"E
UTM
32T 692101 5154730
w3w 
///scalzo.estero.mentite
Mostra sulla mappa

Direzioni da seguire

Punto di partenza è la rotonda di Fiè (m. 880). Prendiamo la strada asfaltata contrassegnata con il n.1 in destinazione Umes fino all'Hotel Heubad. Di fronte all'Hotel voltiamo subito a sinistra. Lasciamo la zona residenziale per incamminarci, sempre in leggera salita, sul sentiero che, attraverso le bellissime praterie di Fiè di sopra,  ci porta al grande maso "Zimmerlehen" (m 958). Evidentemente costruito come dimora nobilare nel corso del 13° sec. venne acquistato in seguito dai Signori Khuepach nel 1585, i quali gli diedero l'aspetto attuale. Facendo richiesta è possibile visitare l'interno, per ammiare i soffitti in legno d'epoca rinascimentale, la bella "stube", nonchè particolari affreschi che decorano la torre. Ancora poca strada e si raggiunge il Laghetto di Fiè (m. 1056), creato artificialmente per volere dei Signori di Fiè-Colonna all'epoca dimoranti nel Castello di Presule, per farne un allevamento di carpe che avrebbero rallegrato le loro mense. Il lago è alimentato da una sorgente che sorge proprio ai piedi dello Sciliar, detta "Sangue dello Sciliar" (Schlernblut); una ricca colonia di ninfee bianche e canne decora questo piccolo placido specchio d'acqua. Alla biforcazione del lago proseguiamo la nostra passegiata seguendo il sentiero n. 2, costeggiandolo a destra, per poi inoltrarci nel bosco. Nel primo tratto si scende legermente, si attraversa una radura acquitrinosa per poi camminare agevolmente sul sentiero che si snoda in mezzo al bosco fino ad arrivare all'Hotel Salego (ca.1 ora). Si apre difronte a noi una vista meravigliosa su Siusi e la chiesetta di San Valentino. Per l'ultimo tratto seguiamo la stradina asfaltata fino alla stazione della cabinovia Alpe di Siusi e prendendo il sentiero n. 2, in poco tempo giungiamo a Siusi (m. 1004), meta del nostro itinerario.

Nota


Vedi tutte le segnalazioni sulle aree protette

Come arrivare

Con l'autobus linea 170 o la linea 2 fino alla rotonda di Fiè allo Sciliar o in macchina fino a Fiè allo Sciliar.

Coordinate

DD
46.518715, 11.504442
DMS
46°31'07.4"N 11°30'16.0"E
UTM
32T 692101 5154730
w3w 
///scalzo.estero.mentite
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.

Domande e risposte

Fai la prima domanda

Vuoi chiedere una domanda all'autore?


Recensioni

Condividi la tua esperienza

Aggiungi il primo contributo della Community


Foto di altri utenti


Difficoltà
facile
Lunghezza
6,3 km
Durata
1:56 h.
Salita
299 m
Discesa
154 m
Punto più alto
1.054 m
Punto più basso
859 m

Statistiche

  • Contenuti
  • Mostra immagini Nascondi foto
Funzioni
Mappe e sentieri
Lunghezza  km
Durata : ore
Salita  mt
Discesa  mt
Punto più alto  mt
Punto più basso  mt
Muovi le frecce per aumentare il dettaglio