Crea itinerario fino qui Copia il percorso
Cammino Percorso consigliato Tappa 7

Cammino Jacopeo d'Anaunia - VII Tappa

Cammino · Val di Non
Responsabile del contenuto
APT Val di Non Soc. Coop. Partner verificato 
  • Castel Thun
    / Castel Thun
    Foto: APT Val di Non Soc. Coop.
  • / Veduta sulla valle da Castel Thun
    Foto: APT Val di Non Soc. Coop.
  • / Castel Thun
    Foto: APT Val di Non Soc. Coop.
  • /
    Foto: Paolo Menapace, Associazioni Anaune Amici del Cammino di Santiago
  • / Santuario di San Romedio - Predaia
    Foto: APT Val di Non Soc. Coop.
  • /
    Foto: Paolo Menapace, Associazioni Anaune Amici del Cammino di Santiago
  • / Ingresso della salita del Santuario di San Romedio - Predaia
    Foto: APT Val di Non Soc. Coop.
  • /
    Foto: Paolo Menapace, Associazioni Anaune Amici del Cammino di Santiago
  • /
    Foto: Paolo Menapace, Associazioni Anaune Amici del Cammino di Santiago
  • /
    Foto: Paolo Menapace, Associazioni Anaune Amici del Cammino di Santiago
  • /
    Foto: Paolo Menapace, Associazioni Anaune Amici del Cammino di Santiago
m 900 800 700 600 500 400 300 18 16 14 12 10 8 6 4 2 km

Da Vigo di Ton al Santuario di San Romedio. La settima tappa parte da Vigo di Ton e consente di concludere il Cammino Jacopeo d'Anaunia giungendo al Santuario di San Romedio.

media
Lunghezza 18,3 km
7:00 h.
750 m
450 m

Ultima tappa del nostro Cammino con arrivo al Santuario di San Romedio mèta del nostro cammino. Si tratta di una piacevole camminata di media lunghezza, dislivelli contenuti e affascinanti paesaggi sulla bassa Val di Non.

Chi avesse ancora tempo e forza nelle gambe può concludere il cammino con questa variante di grande interesse storico e naturalistico: Tappa 7 - Variante naturalistica

Incontriamo Castel Thun, splendida dimora signorile che diede i natali alla potente famiglia Thun e almeno dieci vescovi al Trentino e all’Austria. A Dardine troviamo la bellissima chiesa di S.Marcello che conserva pregevoli affreschi d’età medievale. Poco dopo incontriamo la Pieve di Torra sul cui piazzale è possibile ammirare la bassa e media valle in cui si distinguono, tra vaste zone coltivate, borghi e castelli. Alla periferia di Taio troviamo Castel Bregher. A Coredo, nella parte alta del paese sorge Palazzo Nero che fu sede della giurisdizione vescovile e tristemente famoso per i processi alle streghe del XVII secolo. Il Cammino Jacopeo che inizia presso la Basilica dei Santi Martiri di Sanzeno, principale luogo della cristianità nella nostra vallata, ha come mèta il Santuario di San Romedio ovvero il luogo simbolo dell’esperienza umana del pellegrino e eremita Romedio che, dopo essersi distaccato dai suoi cospicui beni, si lasciò catturare durante il suo pellegrinaggio a Roma dalle asperità di questa vallata per dedicare il resto della sua vita interamente a Dio, al bene della gente ed a contatto intimo con la natura.

Consiglio dell'autore

Il timbro da apporre sulla Credenziale del Pellegrino si trova presso:
Dardine - chiesa di S.Marcello
Coredo - chiesa del Ritrovamento Santa Croce
Santuario di S.Romedio - presso il negozietto del Santuario c’è il libro dove apporre la propria firma ed un commento sul Cammino appena compiuto.

Immagine del profilo di Donato Iob
Autore
Donato Iob
Ultimo aggiornamento: 03.09.2021
Difficoltà
media
Tecnica
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
891 m
Punto più basso
436 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Possibilitá di ristoro

Santuario di San Romedio

Indicazioni sulla sicurezza

Il Cammino  è ben segnalato, con la presenza del simbolo della conchiglia stilizzata di colore giallo e varie tabelle che indicano la via. Si percorrono antichi sentieri di collegamento tra piccoli paesi e antiche vie che conducevano ai Santuari mèta di pellegrinaggi. Ci sono brevi tratti di strade a basso transito veicolare.

Come immaginerai, la percorribilità degli itinerari in un ambiente montano è strettamente legata alle condizioni contingenti e dipende quindi da fenomeni naturali, cambiamenti ambientali e condizioni meteo. Per questo motivo, le informazioni contenute in questa scheda potrebbero aver subito variazioni. Prima di partire, informati sullo stato del percorso contattando il gestore dei rifugi sul tuo percorso, le guide alpine, i centri visitatori dei parchi naturali e gli uffici turistici.

Consigli e raccomandazioni aggiuntive

www.santiagoanaunia.it 

Partenza

Vigo di Ton (442 m)
Coordinate:
DD
46.263736, 11.086168
DMS
46°15'49.4"N 11°05'10.2"E
UTM
32T 660766 5125466
w3w 
///amaro.amorosi.scusa

Arrivo

Santuario di San Romedio - Predaia

Direzioni da seguire

Si parte dalla piazza del paese e, seguendo la segnaletica con la caratteristica conchiglia gialla che contraddistingue il Cammino Jacopeo, ci si dirige verso Castel Thun che fu un'importante sede della potente famiglia dei Thun che possedeva altri manieri nelle valli di Non e Sole (Bragher, Caldes e Castelfondo).

Si procede e si incontra la chiesetta di San Martino, recentemente restaurata, e il piccolo abitato di Nosino, poi si sfiora Toss e si attraversa la valle del torrente Pongaiola per giungere a Dardine. Qui la visita della preziosa chiesa di San Marcello è d'obbligo: uno spettacolo di affreschi del XV secolo ci aspetta. Si procede verso Mollaro e poi Tuennetto e si arriva all'antica Pieve di Torra dove è possibile ammirare un bel panorama sulla valle.

Si riparte puntando verso Segno dove, nella piazza, campeggia la maestosa statua dedicata a Padre Kino. Si attraversano poi vaste aree con moderni impianti frutticoli alternati a boschi fino a Castel Bragher. Di seguito si procede sulla strada asfaltata prestando però attenzione alla presenza di un modesto traffico veicolare e si raggiunge Coredo: "Fior de la Valada". Lasciato il paese ci si incammina verso i laghi di Coredo e Tavon percorrendo una parte del Viale dei Sogni. Giunti ai laghi si può fare una pausa ristoratrice prima di immergersi nuovamente nel bosco che condurrà rapidamente il pellegrino al Santuario di San Romedio lungo un sentiero inizialmente ripido che poi costeggia il torrente Verdes.

Chi avesse ancora tempo e forza nelle gambe può sostituire questa tappa conclusiva del cammino con questa variante di grande interesse storico e naturalistico: Tappa 7 - Variante naturalistica

Testi di Donato Iob
Associazioni Anaune Amici del Cammino di Santiago

Nota


Vedi tutte le segnalazioni sulle aree protette

Come arrivare

Dall'autostrada del Brennero A22 si prende l'uscita Trento Nord e si prosegue in direzione della Val di Non e della Val di Sole su SS43. Arrivati alla Località Rocchetta si abbandona la statale appena prima un breve tunnel e si seguono le indicazioni sulla sinistra per Castel Thun.

Dove parcheggiare

In paese a Vigo di Ton, dietro al comune, ci sono dei posti auto gratuiti e liberi. Una passeggiata in salita porta poi a Castel Thun.

Anche ai piedi del castello c'è un parcheggio ma a pagamento e l'auto può essere parcheggiata per il tempo della visita, non per più giorni.

Coordinate

DD
46.263736, 11.086168
DMS
46°15'49.4"N 11°05'10.2"E
UTM
32T 660766 5125466
w3w 
///amaro.amorosi.scusa
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.

Titoli consigliati

Si consiglia la Guida ufficiale del Camino Jacopeo d'Ananunia completa di indicazioni relative al percorso e approfondimenti storici e culturali e il sito ufficiale del cammino: www.santiagoanaunia.it 

 

Mappe consigliate

4land Cartina Escursionistica della Val di Non, scala 1:25.000

Attrezzatura

Chiunque si metta in cammino e desideri arrivare alla sua meta senza problemi deve calzare un buon paio di scarpe comode, meglio se con suola scolpita (tipo Vibram) e con protezione per la caviglia (tipo pedule da escursionismo), ma nelle quali il piede sia ben fermo per evitare il formarsi di vesciche o, peggio, rischiare una slogatura. E’ anche bene dotarsi di un bastone (o meglio ancora di bastoncini telescopici) per aiutarsi nel cammino, soprattutto in qualche passaggio più impegnativo.

Equipaggiamento per cammini

  • Scarpe da trekking o scarpe da avvicinamento robuste, comode e impermeabili
  • Abbigliamento multistrato traspirante
  • Calze da escursionismo
  • Zaino (telo copri zaino)
  • Protezione da sole, pioggia e vento (cappello, crema solare, giacca e pantaloni impermeabili e antivento)
  • Occhiali da sole
  • Bastoncini da trekking
  • Provviste sufficienti di cibo e acqua
  • Kit di primo soccorso + cerotti per vesciche
  • Blister kit
  • Sacco bivacco
  • Coperta termica
  • Lampada frontale
  • Coltellino tascabile
  • Fischietto
  • Cellulare
  • denaro contante
  • Dispositivi di navigazione /mappa e bussola
  • Informazioni di contatto per emergenza
  • Carta d'identità
  • Oggetti religiosi e materiale requisito

Cose da portare se alloggi in ostello

  • articoli per igiene personale e medicazioni
  • Salvietta ad asciugatura rapida
  • Tappi per le orecchie
  • Sacco letto
  • Indumenti da notte
  • Pilgrim ID card
  • Mascherina COVID e disinfettante per le mani
  • Le indicazioni sull'equipaggiamento sono generate a seconda dell'attività selezionata. Servono solo come indicazione generale per aiutarti a individuare quello che dovresti portare con te.
  • For your safety, you should carefully read all instructions on how to properly use and maintain your equipment.
  • Please ensure that the equipment you bring complies with local laws and does not include restricted items.

Domande e risposte

Fai la prima domanda

Vuoi chiedere una domanda all'autore?


Recensioni

Condividi la tua esperienza

Aggiungi il primo contributo della Community


Foto di altri utenti


Difficoltà
media
Lunghezza
18,3 km
Durata
7:00 h.
Dislivello
750 m
Discesa
450 m
Itinerario a tappe Ristori lungo il percorso Rilevanza culturale/storica

Statistiche

  • Contenuti
  • Mostra immagini Nascondi foto
Funzioni
Mappe e sentieri
Durata : ore
Lunghezza  km
Dislivello  mt
Discesa  mt
Punto più alto  mt
Punto più basso  mt
Muovi le frecce per aumentare il dettaglio