Crea itinerario fino qui Copia il percorso
Mountain bike Percorso consigliato

Grand Tour Predaia MTB

Mountain bike · Val di Non
Responsabile del contenuto
APT Val di Non Soc. Coop. Partner verificato 
  • /
    Foto: Silvia Gentilini, APT Val di Non Soc. Coop.
  • /
    Foto: Silvia Gentilini, APT Val di Non Soc. Coop.
  • /
    Foto: Silvia Gentilini, APT Val di Non Soc. Coop.
  • /
    Foto: Silvia Gentilini, APT Val di Non Soc. Coop.
m 2000 1800 1600 1400 1200 1000 800 600 400 200 50 40 30 20 10 km
Tour ad anello e ben segnalato sull'Altopiano della Predaia con possibilità di ristoro presso laghi, malghe o rifugi. Da non perdere una sosta lungo il percorso per fare visita al famoso Santuario di San Romedio e a Castel Thun!
difficile
Lunghezza 50,7 km
5:30 h.
2.300m
2.300m
Itinerario ad anello impegnativo per la lunghezza e il dislivello ma di nessuna difficoltà tecnica che copre l'intero Altopiano della Predaia passando tra boschi, rifugi e malghe con tappa d'obbligo al Santuario di San Romedio e all'imperdibile Castel Thun
Immagine del profilo di APT Val di Non
Autore
APT Val di Non
Ultimo aggiornamento: 27.06.2020
Difficoltà
difficile
Tecnica
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
Rifugio Predaia Ai Todes Ci, 1.440 m
Punto più basso
Dardine, 440 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Indicazioni sulla sicurezza

Come immaginerai, la percorribilità degli itinerari in un ambiente montano è strettamente legata alle condizioni contingenti e dipende quindi da fenomeni naturali, cambiamenti ambientali e condizioni meteo. Per questo motivo, le informazioni contenute in questa scheda potrebbero aver subito variazioni. Prima di partire, informati sullo stato del percorso contattando il gestore dei rifugi sul tuo percorso, le guide alpine, i centri visitatori dei parchi naturali e gli uffici turistici.

Consigli e racccomandazioni aggiuntive

Seguire la segnaletica Predaia MTB 1

Partenza

Coredo (821 m)
Coordinate:
DD
46.347096, 11.090740
DMS
46°20'49.5"N 11°05'26.7"E
UTM
32T 660874 5134737
w3w 
///crampi.oasi.catino

Arrivo

Coredo

Direzioni da seguire

Partendo da Palazzo Nero a Coredo si seguono le indicazioni per il percorso “Predaia MTB Numero 1” che inizialmente sale leggermente in località “Dossi” per raggiungere il parco giochi di Tavon e proseguire poi fino al bivio per il Santuario di San Romedio. Qui il tracciato si separa dai percorsi n. 3 e 4 e scende fino al ponte sul Rio Verdès. Imboccando la sterrata pianeggiante sulla sinistra si raggiunge in pochi minuti il famoso Santuario di San Romedio, uno dei simboli della Val di Non e uno degli eremi più caratteristici d’Europa con le sue cinque chiesette inerpicate sulla roccia. Dal Santuario si ripercorre in senso inverso la sterrata e arrivati al ponte sul rio si prosegue diritti per risalire la lunga Val di Verdès, aggirarla e raggiungere sul versante opposto la tranquilla località “Sette Larici”. Seguendo ancora le indicazioni “Predaia MTB Numero 1” si imbocca ora la strada in direzione Malga di Coredo in salita costante fino  alla località “Val de Lama” per proseguire poi pianeggianti fino al panoramico Rifugio Predaia “Ai Todes Ci”. Da qui inizia una ripida discesa cementata che porta velocemente fino al Rifugio Sores e all’adiacente Sores Park, un divertente parco avventura costruito sugli alberi adatto a tutta la famiglia. Seguendo sempre l’apposita segnaletica si procede in discesa fino alla località “Lovere” dove il percorso si sovrappone per un tratto all’itinerario “Predaia MTB numero 3” e raggiunge in discesa l’abitato di Vervò. Qui il tracciato si separa e scende sul fondo di una valletta dove inizia la salita fino al bivio per la Malga di Vervò, raggiungibile dopo un dislivello di circa 50 metri. Si procede su falsopiano per poi imboccare una ripida discesa che offre vedute panoramiche su Castel Thun, l’altro simbolo culturale della valle, e porta all’ingresso dello stesso dove naturalmente è consigliabile sostare per una visita. Abbandonato il castello si scende ulteriormente fino al torrente Pongaiola dove ha inizio la risalita fino all’abitato di Vion. Da Vion il percorso 1 prosegue pianeggiante fino alla località “Tre Confini” dove si sovrappone nuovamente agli itinerari 2 e 3 imboccando sulla sinistra la salita finale che dopo aver affiancato l’affascinante figura di Castel Bragher riporta nel paese di Coredo.

Nota


Vedi tutte le segnalazioni sulle aree protette

Come arrivare

Dal bivio di Dermulo in Val di Non si seguono le indicazioni verso nord per il Passo Mendola e poco dopo si svolta a destra seguendo le indicazioni per Coredo / Altopiano della Predaia

Dove parcheggiare

Nel centro del paese di Coredo

Coordinate

DD
46.347096, 11.090740
DMS
46°20'49.5"N 11°05'26.7"E
UTM
32T 660874 5134737
w3w 
///crampi.oasi.catino
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.

Domande e risposte

Fai la prima domanda

Vuoi chiedere una domanda all'autore?


Recensioni

Condividi la tua esperienza

Aggiungi il primo contributo della Community


Foto di altri utenti


Difficoltà
difficile
Lunghezza
50,7 km
Durata
5:30 h.
Dislivello
2.300m
Discesa
2.300m
Percorso ad anello Panoramico Ristori lungo il percorso Rilevanza culturale/storica

Statistiche

  • Contenuti
  • Mostra immagini Nascondi foto
Funzioni
Mappe e sentieri
Durata : ore
Lunghezza  km
Dislivello  mt
Discesa  mt
Punto più alto  mt
Punto più basso  mt
Muovi le frecce per aumentare il dettaglio