Condividi
Stampa/PDF
GPX
KML
Crea itinerario fino qui
Plugin
Fitness
Trekking

La vecchia strada della "pinza"

Trekking · Garda Trentino
Responsabile del contenuto
Garda Trentino Partner verificato  Explorers Choice 
  • Il rifugio Nino Pernici
    / Il rifugio Nino Pernici
    Foto: Archivio Garda Trentino, Garda Trentino
  • / Il paese di Campi
    Foto: Archivio Garda Trentino, Garda Trentino
  • / Ruderi lungo il sentiero (San Giovanni)
    Foto: Archivio Garda Trentino, Garda Trentino
  • / Il panorama su Riva del Garda
    Foto: Archivio Garda Trentino, Garda Trentino
0 500 1000 1500 2000 m km 2 4 6 8 10

Da Campi a Riva del Garda lungo una delle strade storiche del Garda Trentino 

difficile
10,1 km
4:12 h.
6 m
1510 m

Per chi vuole rientrare dopo aver affrontato la prima tappa del Garda Trek, questo itinerario interamente in discesa rappresenta il modo più veloce per raggiungere a Riva del Garda, attraversando il paese di Campi e immergendosi poi nei boschi.
Il percorso può essere affrontato anche in salita. 

Consiglio dell'autore

Lungo il tragitto ci sono diversi punti in cui è piacevole prevedere una sosta. Capanna Grassi, a circa un'ora di distanza dal rifugio Pernici, è da anni un punto di riferimento per gli amanti della gastronomia trentina, che qui trovano tutti i piatti tipici locali (apertura: primavera > autunno). Il bastione, raggiungibile verso la fine del tracciato, è una fortezza veneziana a pianta circolare, che domina il centro di Riva del Garda dall'alto regalando una vista unica.

outdooractive.com User
Autore
Valentina Bellotti
Ultimo aggiornamento: 11.02.2019

Difficoltà
difficile
Tecnica
Impegno fisico
Paesaggio
Punto più alto
1598 m
Punto più basso
88 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Consigli di sicurezza

Le informazioni contenute in questo scheda sono soggette ad immancabili variazioni, nessuna indicazione ha quindi valore assoluto. Non è possibile evitare del tutto inesattezze o imprecisioni, in considerazione della rapidità dei cambiamenti ambientali o meteorologici che possono verificarsi. In questo senso decliniamo ogni responsabilità per eventuali cambiamenti subiti dall’utente. Si consiglia, comunque, di accertarsi, prima di effettuare un’escursione, sullo stato dei luoghi e sulle condizioni ambientali o meteorologiche.  

Attrezzatura

L'itinerario proposto non presenta tratti attrezzati né vie ferrate, non sono quindi necessari casco e attrezzatura di autoassicurazione. Tuttavia, anche in occasione di uscite relativamente brevi e agevoli, è sempre meglio essere ben equipaggiati per non incorrere in spiacevoli sorprese e per fronteggiare imprevisti come ad esempio un temporale improvviso o un calo di energia.

Cosa portare per un trekking in montagna?

Nello zaino (per un'escursione giornaliera di norma si consiglia un 25/30L) è bene portare:

  • boraccia (1L)
  • snack (per esempio, frutta secca o cioccolato)
  • kit di pronto soccorso
  • giacca antivento
  • una maglia in pile
  • maglietta e calze di ricambio (possibilmente chiusi in un sacchetto di plastica)
  • indossate o almeno portate nello zaino un paio di pantaloni lunghi
  • cappellino
  • crema solare
  • occhiali da sole
  • guanti
  • fischietto per farsi rintracciare in caso di emergenza
  • numero telefonico in caso di emergenza: 112

 

Indossate inoltre calzature adatte al percorso ed alla stagione. Il piano di calpestio dei sentieri può essere irregolare o sconnesso ed un paio di scarponcini vi proteggerà dalle distorsioni. Un pendio erboso, una placca di roccia o un sentiero ripido, se bagnati, possono diventare pericolosi senza calzature adeguate.

Per finire...
... non dimenticate la macchina fotografica! Servirà per immortalare l'escursione e gli innumerevoli scorci mozzafiato che il Garda Trentino nasconde ad ogni angolo. Se poi volete condividere con noi i vostri ricordi potete usare l'hashtag #GardaTrentino

Ulteriori informazioni e link

  • Arrivati in località Parisi, con una deviazione lungo l'itinerario Garda Trek Medium Loop, è possibile raggiungere il sito archeologico di San Martino. Percorrendo un sentiero nel bosco, lungo cui si trovano strane figure scolpite nel legno, si raggiunge la zona alta del sito, dove è stato portato alla luce un luogo di culto preromano (III– I secolo a.C.), trasformato nella metà del I secolo a.C. in un santuario romano (I secolo a.C.- IV secolo d.C.), con l’aggiunta di una “scala monumentale”, tutt’oggi percorribile. Quest’edificio sorgeva a strapiombo sulla montagna, regalando una vista mozzafiato dei paesini sottostante il monte. Qualche minuto di cammino ancora e si arriva ai resti di un villaggio, abbandonato nell'VIII secolo d.C. a seguito di un incendio. Qui si indovinano i ruderi  della piccola chiesa dedicata a San Martino (VIII-XVIII secolo d.C.).
    Per rientrare sul sentiero verso Riva, si seguono le indicazioni del Garda Trek Medium Loop fino al paese di Campi, quindi si attraversa la strada e, portandosi verso la zona bassa del paese, ci si ricongiunge con il sentiero SAT 402.
  • Per ulteriori informazioni su percorsi, servizi (guide, shop, rifugi  ecc...) e alloggi a misura di escursionista: 
    APT Garda Trentino - Tel. +39 0464 554444 - www.gardatrentino.it

Start

Rifugio Nino Pernici - Bocca di Trat (1592 m)
Coordinate:
Geografico
45.926633, 10.768780
UTM
32T 637141 5087417

Arrivo

Riva del Garda - via Monte Oro

Percorso

Usciti dal rifugio, imboccare il sentiero SAT 402: l'itinerario lo segue quasi per intero. All'inizio è anche possibile prendere il sentiero SAT 402A, una sorta di scorciatoia che si ricongiunge al 402 a breve distanza dal rifugio. In pochi minuti si raggiunge Malga Dosso de' Fiori (la struttura è abbandonata, si consiglia di fermarsi qualche minuto per osservare i maestosi faggi dietro la casetta) e si continua a scendere immersi in una faggeta, fino a sbucare nei prati che circondano Capanna Grassi. Si prosegue sempre sul sentiero SAT 402 fino a raggiungere il paese di Campi: da qui si possono seguire in direzione contraria le indicazioni del GardaTrek - Medium Loop che portano proprio a percorrere la vecchia strada della "pinza". Rimanendo sempre sul tracciato SAT 402 si superano i ruderi di San Giovanni e la chiesetta di Santa Maria Maddalena, incontrando poco dopo il bivio con il sentiero SAT 404. Imboccandolo, si ritorna in breve in via Monte Oro; è possibile altrimenti proseguire pochi minuti e raggiungere il Bastione.

Come arrivare

Accessi al rifugio Nino Pernici:

  • da Lenzumo m. 796 in Val Concei, per strada 7 km fino a malga Trat m. 1556, segnavia 403, poi per sentiero in 20 minuti; a piedi ore 2.15;
  • da Riva del Garda m. 73, segnavia 402, per S. Maria Maddalena m. 252, S. Giovanni m. 440, Pinza, Campi m. 672, rifugio Grassi m. 1055, malga Dosso dei Fiori m. 1355, Bocca di Trat m. 1581 - ore 4.15 (ore 1.30 dal rifugio Grassi, dove si arriva per strada di 14 km)

Dove parcheggiare

Parcheggio disponibile nei pressi di Malga Trat

Calcola il viaggio per arrivare in treno, in macchina, a piedi o in bicicletta.

Mappe e cartine consigliate

  • Cartina escursionistica Garda Trentino - In vendita presso uffici informazione Riva del Garda, Arco e Torbole e ordinabile online

Libri & cartine

Mostra tutto

Cartine consigliate

Mostra tutto


Domanda e risposta

Fai la prima domanda

Hai dei dubbi? Scrivi la tua domanda e fatti aiutare dalla community!


Recensioni

Sei il primo

Condividi la tua esperienza!


Foto aggiuntive


Difficoltà
difficile
Lunghezza
10,1 km
Durata
4:12 h.
Salita
6 m
Discesa
1510 m
Panoramico Ristori lungo il percorso

Statistica

: ore
 km
 m
 m
Punto più alto
 m
Punto più basso
 m
Mostra il profilo altimetrico Nascondi il profilo altimetrico
Sposta le frecce a sinistra e a destra per cambiare il ritaglio visualizzato.