Crea itinerario fino qui Copia il percorso
Via ferrata Percorso consigliato

Dolomiti senza confini, 7. tappa: Rifugio Obstanserseehütte - Rifugio Neue Porzehütte

Via ferrata · Karnischer Hauptkamm
Responsabile del contenuto
Alpenverein Austria Partner verificato  Explorers Choice 
  • Klettersteig Große Kinigat Nord
    / Klettersteig Große Kinigat Nord
    Foto: Moreno Geremetta, Dolomiti senza confini
  • / Dolomiten ohne Grenzen | Dolomiti senza confine wird gefördert durch die EU, EFRE-Fonds und Interreg V-A Italia-Österreich, 2014-2020
    Foto: Dolomiten ohne Grenzen | Dolomiti senza confini, Alpenverein Austria
  • / Die Kinigat von der Filmoorhütte aus gesehen 2008
    Foto: Harald Herzog, Alpenverein Austria
  • /
    Foto: Dolomiten ohne Grenzen | Dolomiti senza confini, Alpenverein Austria
  • /
    Foto: Dolomiten ohne Grenzen | Dolomiti senza confini, Alpenverein Austria
  • /
    Foto: Dolomiten ohne Grenzen | Dolomiti senza confini, Alpenverein Austria
  • /
    Foto: Dolomiten ohne Grenzen | Dolomiti senza confini, Alpenverein Austria
  • /
    Foto: Dolomiten ohne Grenzen | Dolomiti senza confini, Alpenverein Austria
  • /
    Foto: Dolomiten ohne Grenzen | Dolomiti senza confini, Alpenverein Austria
  • /
    Foto: Dolomiten ohne Grenzen | Dolomiti senza confini, Alpenverein Austria
m 3000 2800 2600 2400 2200 2000 1800 1600 12 10 8 6 4 2 km Kinigat Obstansersee-Hütte Filmoor-Standschützenhütte Porzehütte
Dolomiti senza confini: 2 paesi - 9 percorsi - 12 vie ferrate - 17 rifugi - 108 km

La Ferrata del Monte Cavallino è l'ascesa tecnicamente più difficile della settimana. Chi vuole essere dei nostri deve aver già fatto esperienza su ferrate con grado di difficoltà D! A causa delle rocce molto lisce è utile indossare scarpe da arrampicata antiscivolo.

difficile
Lunghezza 12,6 km
8:00 h.
1.200 m
1.600 m
Tappa molto lunga e, considerando la Ferrata del Monte Cavallino, anche molto impegnativa dal punto di vista tecnico. Il sentiero escursionistico segue in gran parte l'Alta Via Carnica n.403. Dal Rifugio Obstansersee si sale dapprima al Roßkopfthörl lungo il ripido ghiaione che, rimanendo a lungo in ombra, presenta tratti innevati fino alla fine di luglio. Conquistata la Ferrata del Monte Cavallino, si è largamente ripagati dalla vista sulla Croce d'Europa.

 

Ferrata Kinigad: D

La ferrata è molto difficile e di matrice alpina. L'itinerario si abbarbica su un grande pilastro che, soprattutto nel tratto inferiore, si articola in una serie di passaggi in arrampicata molto tosti, la maggior parte dei quali costituiti da placche lisce dotate di poche staffe. Considerando la lunghezza di 650 m, è importante non sottovalutare questo tour che, nel complesso, risulta molto impressionante anche dal punto di vista paesaggistico. Durante la discesa attraverso l'Hintersattel, si presenta l'occasione di ristorarsi nell'autentico e tradizionale Rifugio Filmoor-Standschützenhütte.

Tempo di percorrenza totale: 8h

Consiglio dell'autore

Un paio di scarpe da arrampicata antiscivolo semplificano enormemente il superamento dei tratti su roccia liscia. Portare eventualmente con sé anche una corda di sicurezza per i compagni con meno esperienza.
Immagine del profilo di Dolomiten ohne Grenzen |  Dolomiti senza confini
Autore
Dolomiten ohne Grenzen | Dolomiti senza confini
Ultimo aggiornamento: 08.12.2018
Difficoltà
D difficile
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
Grosser Kinigat, 2.660 m
Punto più basso
1.886 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Possibilitá di ristoro

Filmoor-Standschützenhütte
Obstansersee-Hütte
Porzehütte

Indicazioni sulla sicurezza

Nessuna possibilità di uscita lungo la via ferrata! Pertanto, il giro dovrebbe essere affrontato solo in condizioni meteorologiche stabili. Nella parte centrale c'è una corda bianca statica, che conduce a un posto bivacco sotto una roccia. In caso di temporale, è l'unico posto che offre protezione.

Consigli e raccomandazioni aggiuntive

www.dolomitisenzaconfini.it

Con finanziamenti della UE, Fondi EFRE e Interreg V-A Italia-Austria, 2014-2020

Partenza

Obstanserseehütte (2.300 m)
Coordinate:
DD
DMS
UTM
w3w 

Arrivo

Neue Porzehütte

Direzioni da seguire

Il sentiero segue l'Alta Via Carnica n.403 e conduce all'accesso della Ferrata del Monte Cavallino. Dal Rifugio Obstansersee si risale dapprima il ripido ghiaione fino al Roßkopfthörl (2493 m). Da qui si ridiscende in direzione della valle Erschbaumertal. Superato la Tascharrhütte (una piccola baita lungo il sentiero), si risale fino a una verde e pianeggiante valle d'alta quota, al centro della quale troneggia un formazione rocciosa. È proprio qui che iniziano le indicazioni per la Ferrata del Monte Cavallino. Davanti alla roccia si abbandona il sentiero e si sale alla sua destra seguendo i punti rossi posti a segnavia fino all'accesso della ferrata. - 2h

 

Ferrata Parete Nord del Monte Cavallino: D

L'itinerario conduce oltre l'Elfenbeinpfeiler e lo Schwitzerwandl fino al Kartitscherköpfl che ben si presta per una sosta. Superata l'ultima ripida parete con grado di difficoltà D, si raggiunge l'unico bivacco possibile. Da qui in poi le difficoltà diminuiscono un pochino, anche se la roccia compatta di prima si fa sempre più friabile. Si arrampica direttamente sullo spigolo della cresta fino a che la ferrata non termina con la traversata di un pendio detritico. Seguendo i punti di demarcazione si raggiunge il sentiero escursionistico e, tenendosi alla sua sinistra, la vetta che ripaga con una meravigliosa vista sulla Croce d'Europa. - 2,5h

Dalla vetta bisogna scendere in direzione ovest e poi proseguire sulla ripida rampa (difficoltà A e B) fino ai piedi della parete. Ripartire in direzione est lungo il sentiero escursionistico fino al Rifugio Filmoor-Standschützenhütte. - 0.5h

La prosecuzione ritorna sull'Alta Via Carnica n.403. Si scende dapprima fino al lago Oberer Stuckensee per poi risalire fino al Heretriegel (2170 m). Se si prosegue lungo l'Alta Via Carnica in direzione nord si passa sotto all'imponente Parete Nord del Palombino e si giunge al rifugio Porzehütte (1942m). In alternativa è possibile discendere dal Heretriegel lungo il sentiero n.16A e imboccare la strada forestale che porta al rifugio Porzehütte. Il sentiero è più semplice, ma più lungo e con maggiore dislivello. - 3h

Tempo di percorrenza totale: 8h

Nota


Vedi tutte le segnalazioni sulle aree protette

Coordinate

DD
DMS
UTM
w3w 
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.

Titoli consigliati

Mappe consigliate

Tabacco 017, Dolomiti di Auronzo e del Comelico

Guide consigliate in questa regione:

Mostra tutto

Cartine consigliate

Mostra tutto

Attrezzatura

Set da ferrata e casco certificati, scarpe robuste, guanti (via ferrata)

Domande e risposte

Domanda da Herbert Jakob · 09.06.2021 · Community
Kann bei der Etappe von der Obstanserseehütte zur Neuen Porzehütte der Kinigat-Klettersteig vermieden/umgangen werden? Für eine kurze Rückantwort bin ich sehr dankbar. Mit den besten Wünschen, Ihr Herbert Jakob
Visualizza di più
Risposta da Andreas Griebaum  · 06.07.2021 · alpenvereinaktiv.com
Hallo Herbert Jakob, sorry, wir haben die Frage nicht gesehen, aber ja er kann umgangen werden. Besten Gruß Harald

Recensioni

Condividi la tua esperienza

Aggiungi il primo contributo della Community


Foto di altri utenti


Difficoltà
D difficile
Lunghezza
12,6 km
Durata
8:00 h.
Dislivello
1.200 m
Discesa
1.600 m
Itinerario a tappe Panoramico Ristori lungo il percorso Via ferrata classica Da punto a punto Via ferrata agonistica

Statistiche

  • Contenuti
  • Mostra immagini Nascondi foto
Funzioni
Mappe e sentieri
Durata : ore
Lunghezza  km
Dislivello  mt
Discesa  mt
Punto più alto  mt
Punto più basso  mt
Muovi le frecce per aumentare il dettaglio